Home Il Ramadan

Il Ramadan

Dall’Indonesia al Marocco sono quasi un miliardo e mezzo i Mussulmani coinvolti nella celebrazione del Ramadan che nel 2014 è iniziato all’alba di sabato 28 giugno. In Italia vivono 1 milione e cinquecentomila musulmani mentre a Piacenza e provincia sono oltre 20,000 i credenti nell’Islam che hanno seguito la pratica religiosa presso i quattro Centri Islamici presenti sul territorio piacentino: i due centri in città in via Caorsana e in via Mascaretti, il Centro di Fiorenzuola e quello di Borgonovo Valtidone.
Il Ramadan è un mese interamente dedicato a Dio. E’ un mese sacro di digiuno, di preghiera e di privazioni mondane in cui il fedele, dall’alba al tramonto, si astiene dal cibo, dalle bevande, dal fumo e dai rapporti sessuali. Lo scopo ultimo è quello di riuscirea controllare il proprio comportamento e i propri pensieri al fine di superare l’aspetto più terreno della natura umana, finalizzando l’attenzione solo sul ricordo di Dio.
Il Ramadan è il nono mese del calendario islamico ed è il mese nel quale, secondo la Tradizione, Dio ha rivelato il suo messaggio a Maometto. Il digiuno (“sawm”, in arabo) costituisce il quarto dei cinque Pilastri dell’Islam (Arkan al-Islam), ovvero gli obblighi inderogabili di ogni Mussulmano.
Alcune categorie di persone sono esentate dal seguire la pratica religiosa: le donne incinta, i bambini, gli anziani, gli ammalati, le persone in viaggio o coloro che eseguono mestieri particolarmente faticosi. Digiuno e rigore durante il giorno, festa e preghiera di notte.

Il mese di Ramadan si vive di notte ed è più di un semplice momento di raccoglimento e di digiuno: è un mese di purificazione, di sacrificio, di pace e fratellanza. Presso il Centro della Comunità Islamica di Piacenza e provincia è un periodo molto vivace di solidarietà, socializzazione e condivisione: 30 giorni di intensa devozione e 17 ore di digiuno quotidiano, prima del “rompete le righe” sancito dalla preghiera serale, hanno unito la multietnica comunità islamica locale. Il Centro ha organizzato lo “Zakat el-Fitr”, l’elemosina rituale speciale del fine Ramadan: una colletta realizzata nell’ultima settimana del mese a beneficio delle famiglie con difficoltà economiche. Dopo il tramonto il Centro ha offerto il pasto serale per la rottura collettiva del digiuno e organizzato conferenze e grandi cene comunitarie, aperte a tutta la cittadinanza. Un mese di condivisione in cui la Comunità Islamica si è aperta alla cittadinanza con la grande cena comunitaria del 22 luglio a cui sono state invitate le Autorità civili, militari e religiose nonché i principali esponenti dell’associazionismo locale.
Il mese sacro si è concluso il 27 luglio con l’Eid el-Fitr, la festa della rottura del digiuno. Con l’Eid el-Adha, la festa celebrata nel mese del pellegrinaggio canonico alla Mecca, l’Eid el-Fitr è la ricorrenza più importante del mondo islamico. A Piacenza, da alcuni anni la festa di fine Ramadan si svolge presso il Centro Polisportivo Comunale, struttura capace di contenere le migliaia di fedeli presenti sul territorio.