Home News Comunità Piacentina Scuola De Amicis, l’Imam parla di regole del Ramadan ai genitori

Scuola De Amicis, l’Imam parla di regole del Ramadan ai genitori

986
0
SHARE

Alle 18,30 alla scuola De Amicis di Piacenza si è svolto un incontro tra una trentina di partecipanti, specialmente docenti e genitori musulmani con bambini nelle scuole pubbliche, e l’Imam di Piacenza, Sheykh Yassin Al Yafi. Il tema trattato è l’arrivo del mese di Ramadan, le regole che ne caratterizzano l’obbligatorietà o le deroghe. In particolare, l’Imam ha sottolineato la non obbligatorietà del digiuno del mese del Ramadan per i bambini che non abbiano superato l’età della maturità. Le deroghe comprendono poi anche tutti gli studenti musulmani che pur avendo superato l’età della maturità, il digiuno pregiudica il loro stato fisico o mentale. “Con certezza possiamo dire che in queste condizioni in cui digiuniamo più di diciotto ore al giorno è difficile per noi adulti, figuriamoci per dei bambini” – dice l’Imam. Proprio per questo l’invito è stato quello di educarli al digiuno in giornate con poche ore di sole (come quelle invernali). Diverse sono state le domande dei presenti in merito ad alcune problematiche relative al digiuno dei bambini. Sheykh Yassin Al Yafi ha ribadito anche che la sua presenza in un contesto scolastico o di vita pubblica non è fuori dalla norma, “anzi il ruolo delle Comunità islamiche e degl’imam in particolare deve essere quello di aiutare all’inserimento delle persone nel tessuto sociale, nel combattere pubblicamente i crimini e le ideologie distorte che portano a movimenti o azioni criminali”.

Gli interventi si sono susseguiti in modo alterno. Il Prof. Lovattini del IV Circolo Didattico ha espresso la sua soddisfazione nel vedere un incontro di dialogo pacifico e di raccomandazioni importanti che vanno nella direzione di educare al vivere appieno la propria dimensione di fede senza trascurare il contesto.

Il Presidente della Comunità Islamica di Piacenza Ylli Kaiku, invece, è intervenuto per il saluto iniziale ricordando come questo percorso che si sta delineando è importante ed in cui la Comunità stessa si mette a piena disposizione delle Istituzioni (in questo caso la scuola) per fronteggiare un tema delicato e importante al contempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here